image-940
Lorem ipsum dolor sit amet

instagram

Lorem ipsum dolor sit amet

Lorem ipsum dolor sit amet

Paolo Piermattei, “In fila ad un semaforo” nel giorno del compleanno…

2021-10-31 09:00

author

Musica, musica, abacusweb, Paolo Piermattei,

“In fila a un semaforo”, nuovo singolo di Paolo Piermattei, è un’istantanea scattata in un incrocio di quattro strade davanti al rosso di un semaforo

“In fila a un semaforo”, nuovo singolo di Paolo Piermattei, è un’istantanea scattata in un incrocio di quattro strade davanti al rosso di un semaforo in un giorno di riflessioni e bilanci: il giorno del compleanno. L’autore guarda le facce, le azioni, immagina i pensieri, le intenzioni delle persone.

Ne viene fuori una scena in cui “niente è ciò che sembra, nemmeno l’apparenza”. Un brano con un ritmo tambureggiante che vuole sottolineare la tensione, l’attesa, l’ansia. La voce è quella dei pensieri, la chitarra, a tratti tagliente, è il perno su cui poggiano la scrittura musicale e l’arrangiamento “british”. Ne parliamo con il cantautore Bolognese, noto per la sua attività di musicista, produttore e direttore artistico; stretto collaboratore di Lucio Dalla, come autore e compositore (ha scritto con lui “La strada e la stella”, Questo amore”, “Anche se il tempo passa”) è consulente per la produzione di spettacoli musicali del Teatro del Navile di Bologna ,diretto da Nino Campisi e sta per pubblicare il suo primo disco di 12 canzoni, prodotto da Raffaele Montanari per PMS Studio. https://fanlink.to/infilaaunsemaforo

in-fila-a-un-semaforo-1635426502.jpg

Come nasce “In fila a un semaforo”?
Nasce da un lungo viaggio che ho fatto nel giorno del mio compleanno qualche tempo fa. Tornavo a Bologna. All’arrivo,
per entrare in città e andare in centro, c’erano alcuni semafori.
E fermo davanti al rosso di uno di questi, ho pensato che anche nella vita ci sono tanti rallentamenti e fermate che creano attesa, ansia di ripartire e voglia di proseguire senza intoppi il percorso sperato, costruito, sognato. 

E’ stato come fare una foto alla scena che avevo davanti: c’erano persone ferme come me dentro l’auto, c’erano persone che camminavano lungo il marciapiede, c’erano quelle che attraversavano la strada sulle strisce pedonali, ho visto i loro
sguardi, i loro passi veloci. Per qualche secondo mi è sembrato di poter leggere i loro pensieri.

 

Hai collaborato con Dalla per tanto tempo, quali ricordi hai di questa esperienza? Ho un bellissimo ricordo diffuso di quegli anni. Sono tantissimi i ricordi a cui sono davvero legato, difficile riassumerli in poche righe. Ce n’è uno in particolare molto bello per me: quando feci ascoltare a Lucio “La strada e la stella” e mi disse “questa è una canzone vera, voglio cantarla io”.

 

Il brano che hai scritto a cui sei più legato e perché?
Il prossimo singolo. Perché “è una canzone vera...”

 

Tu sei insegnante di canto, cosa consiglieresti ad un giovane che volesse intraprendere la professione di  artista musicale?
La cosa più importante quando si canta è esprimere se stessi al 100%. Per farlo ci vuole tanta dedizione oltre a una buona dose di autostima. Soltanto così può venir fuori la propria unicità e la propria diversità. In fondo è sempre
l’anomalìa la faccia interessante dell’artista. Oggi, ahimè c’è molta omologazione. Billie Eilish, per esempio, è l’anomalìa che fa la differenza.

 

Quali artisti ti hanno ispirato?
Peter Gabriel è da sempre il mio preferito, ma ce ne sono tanti altri. Da Gershwin a Nina Simone, dai Beatles ai Rolling Stones (per me complementari e non antagonisti), da Jeff Buckley ai Led Zeppelin, David Bowie, Elton John, Steely Dan, Steps ahead, Bob Dylan, Radiohead, tutti in una maniera o nell’altra mi hanno attratto. Tra gli italiani, molto banalmente, Lucio Dalla.

 

Stai per pubblicare un album, ci anticipi qualcosa?
Il mio album è fatto di dodici canzoni scritte con la penna dei personaggi delle storie che canto. Raccontano di vita, di sogni e di amore. Sarà pubblicato presto… intanto posso anticipare l’imminente uscita del videoclip di “In fila ad un semaforo”.

paolopiermattei03-1635426458.jpg